Chiara Saraceno
Partenze con handicap e corse ad ostacoli in società diseguali
21 marzo | 14:30
Image module

Tre sono le questioni in gioco quando si parla di disuguaglianze. Esse a) riguardano l’impossibilità, o forte difficoltà a sviluppare appieno le proprie capacità a motivo delle circostanze sociali e culturali in cui ci si trova a vivere; b) riguardano la disponibilità di risorse, ma anche gerarchie di valore e riconoscimento pervasive, che toccano più ambiti di vita; c) non sono il frutto di eventi e circostanze casuali, bensì di specifiche forme di regolazione sociale, che attribuiscono risorse e riconoscimenti ad alcuni e non a (e spesso a danno di) altri, creando ostacoli e handicap socialmente strutturati.

 

Chiara Saraceno (Milano, 1941), ha insegnato Sociologia della famiglia presso l’Università di Torino ed è professore emerito presso il Wissenschaftszentrum fur Sozialforschung di Berlino, nonché membro onorario del Collegio Carlo Alberto di Torino. Si è occupata di mutamenti familiari e politiche della famiglia, della condizione femminile con particolare attenzione per la questione dei tempi di lavoro, di sistemi di welfare e politiche di contrasto alla povertà. Fra le sue ultime pubblicazioni L’equivoco della famiglia, Laterza, Roma, 2017.