Giurie popolari

Una controversa storia del rapporto fra popolo e giustizia penale
24.09.2021
18:30 - 19:30

In un recente studio di prossima pubblicazione, Filippo Contarini si è chinato sulla storia delle giurie popolari in Svizzera in una nuova prospettiva, con particolare attenzione al principio di pubblicità.
Nel nostro Paese le giurie popolari hanno preso piede a metà Ottocento. Esse erano però un’istituzione malvoluta: i giudici laici erano già attivi nel processo penale e venivano scalzati dai giurati. Perché mai adottare questa riforma, per di più importata dall’estero?
In definitiva, le giurie trovarono spazio solo in dieci cantoni (i più popolosi e politicamente progressisti), per poi gradualmente scomparire. Oggi qualcosa che ricordi più da vicino una giuria popolare è rimasto solo nel Ticino. In Svizzera, a differenza di quanto succede per tanti altri Stati, invece di una storia delle giurie popolari è necessario quindi scrivere una storia della loro assenza e della loro scomparsa.

Ne discuteranno:

Roy Garré, giudice del Tribunale federale penale di Bellinzona;
Filippo Contarini, libero ricercatore e incaricato all’insegnamento della teoria del diritto nell’Università di Lucerna.
Introdurrà la serata Mauro Maffeis, Biblioteca cantonale di Bellinzona.

La conferenza si terrà nel rispetto delle misure antipandemiche prescritte dalle autorità. Accesso consentito solo con Certificato Covid, documento d’identità e mascherina. Posti limitati, prenotazione consigliata a bcb-cultura@ti.ch

Condividi evento
Dove
Pubblico
Per tutti
Entrata
Gratuita
Organizzatori
Biblioteche cantonale di Bellinzona
Dati di contatto (non visibili)
Istituto Svizzero Media e Ragazzi, Bibliomedia
Fosca Garattini

091 225 62 22
info@ismr.ch

Condividi articolo via e-mail