Kudurru: compito dell’arte è sconfinare | Talk con il fotografo Mustafa Sabbagh

Festival Sconfinare
15.10.2020
18:00

Sconfinare – Festival culturale
Talk con il fotografo Mustafa Sabbagh

Modera Carole Haensler
Direttrice di Bellinzona Musei

In lingua accadica – la lingua della Mesopotamia, degli Assiri e dei Babilonesi – Kudurru significa “confine”. Il termine si riferiva ai caratteristici manufatti in pietra che testimoniavano la proprietà della terra, concessa dal re ai vassalli, tramite iscrizioni e immagini incise sulla superficie della lastra; significato esteso alle copie in argilla poste come pietre di confine lungo i terreni, per accertarne la legittima proprietà. Kudurru è un simbolo, come l’arte è un simbolo nell’antico e, più urgentemente, nel contemporaneo. Kudurru è anche, infine, il nome di un ciclo multimediale del 2018 di Mustafa Sabbagh, artista presente a Villa dei Cedri nell’ambito della mostra collettiva Hortus Conclusus. L’illusione di un paradiso; un artista da sempre attento a fare dello sconfinamento un suo stilema artistico, nel mezzo come nel messaggio.

Entrata libera
Numero di posti a sedere limitato

Condividi evento
Dove
Pubblico
Per tutti
Entrata
Entrata libera
Scarica
Sito web
Organizzatori
Città di Bellinzona
Dati di contatto (non visibili)

Condividi articolo via e-mail