“Anima, donne, giardino”

incontro di studio con prof. Gian Piero Quaglino
11.10.2020
09:00 - 13:00

“Anima, donne, giardino”
incontro di studio con prof. Gian Piero Quaglino, Torino

Donne e giardini: peripezie dell’Anima.
La leggenda vuole che all’inizio dei tempi il giardino appartenesse alla donna. Ma la leggenda vuole anche che quel giardino andasse perduto. Così da quel momento, per un tempo lunghissimo, è sembrato che sfortunatamente il legame di “anima” tra donna e giardino non si sarebbe più potuto riannodare.

La riconquista del giardino da parte della donna non è stata né facile né semplice. È stata una vicenda (e una storia) di infinite fatiche e ben poche gioie, di molto lavoro e ben poco piacere, oltreché di divieti e proibizioni, di sottomissioni e rinunce all’insegna dell’ordine dominante del “maschile”.

Questa vicenda è durata, si potrebbe dire, un’eternità: dalla notte dei tempi all’alba della metà del diciassettesimo secolo. Ma prima che davvero, per la donna, si schiudessero i cancelli del giardino si è dovuto attendere ancora un paio di secoli. Come dire, fino all’altro ieri.

Poi però, a metà dell’Ottocento, alla donna finalmente è stato restituito il giardino perduto: o forse si dovrebbe dire, se l’è riconquistato, se ne è riappropriata. E da quel momento anche per il giardino è arrivato il tempo della liberazione dai “rigori” imposti dall’ordine del maschile, della sua rifioritura.

La storia della riconquista del giardino da parte della donna è una storia di “Anima”, o meglio di quel “femminile” di Anima che combina perfettamente con tutto ciò che è natura, vegetazione, circolarità del tempo, vitalità del “verde”, generazione e rigenerazione.

È la storia della ritrovata “quadratura del cerchio”, di quel riannodarsi del sotterraneo legame tra giardino, donna, femminile e Anima che è un vero patto segreto. Ed è ciò che si tenterà di raccontare in questo incontro chiamando sul banco dei testimoni chi più ha avuto da dire e chi meglio ha saputo dirlo: in versi e in immagini.

Per informazioni, costi, iscrizioni: www.domuspoetica.ch / info@culturabellinzona.ch

Condividi evento
Dove
Pubblico
Per tutti
Sito web
Dati di contatto (non visibili)

Condividi articolo via e-mail