Incursioni nella contemporaneità. Recensioni 2014-2019

di Roberto Falconi (Docente al Liceo di Bellinzona)
21.09.2020
18:00

Lunedì 21 settembre 2020, alle ore 18.00, presso l’aula multimediale del Liceo di Bellinzona, Roberto Falconi presenterà il volume Incursioni nella contemporaneità. Recensioni 2014-2019, Bellinzona, Salvioni, 2019. Insieme all’autore interverrà Jean-Jacques Marchand.

I posti sono limitati a 35. Chi desiderasse riservare è pregato di telefonare al numero della segreteria del Liceo: 091 814 00 11

“L’attività del recensore è il presupposto necessario di qualunque storiografia e teoria sul presente: non c’è contemporaneista che non debba essere, nella scrittura pubblica o anche solo sul proprio computer e nella propria testa, un recensore accanito. Le linee si tracciano, se si tracciano, dopo: prima, ci vogliono i punti. Un libro come questo di Falconi dà comunque un’idea preziosa dell’oggi; anzi, meglio di un saggio orientato da una tesi e perciò fondato su delle scelte, può ricordarci come, in ogni dato momento, succedano cose diverse e contrastanti e come in ogni epoca alberghi una dose molto alta, non di anarchia, ma certo di dispersione. In queste pagine, si incontra – anziché un canone di opere memorabili e un regesto degli immemorabili – un catalogo della varietà del presente: romanzi storici e cronache del quotidiano, scritture autoriflessive e poetiche dell’immediatezza, gialli o noir (in ritardo) e ultimi scampoli di autofiction, forzature verso l’estremo e partiti presi per l’ordinario, libri che riflettono sul porno e indagini sulla socialità comune, trame esili e intrecci complicati, storie di migranti in cerca di identità e storie di identità affievolite o perdute, stili paratattici e poveri e scritture mimetiche dei dialetti; e al tempo stesso, Falconi ha avuto l’accortezza di seguire sia la produzione delle case editrici maggiori (coprono, secondo l’Istat, più dell’80% del mercato), sia quella delle minori e persino minime (che possono azzardare, a volte, scelte meno legate alla cassetta). Chi leggesse tra qualche anno questo libro, potrà recuperare quella molteplicità, e persino rivivere quel senso di frastornamento, che le ricostruzioni, specie se posteriori, cancellano a vantaggio di un discorso che punta sulle dominanti e che, per un raccorciamento prospettico dell’intelligenza che è insieme ingiusto e salutare, ci dà del passato un’immagine semplificata, comoda, fruibile. Falconi, per fortuna, non ci offre, come si usa dire con un luogo comune ormai abusato, una mappatura del presente: si è guardato intorno, ha letto, ha riflettuto, ha scritto. Non ha compilato una guida turistica, con i monumenti illustri, i ristoranti migliori, i luoghi imperdibili: ci ha messo a disposizione un diario, con le foto che scattava di volta in volta, senza un disegno prestabilito, ma restituendoci il gusto, e persino la casualità, del viaggio. È la cosa più utile che potesse fare per noi.”
(dall’Introduzione di Raffaele Donnarumma)

Condividi evento
Dove
Pubblico
Per tutti
Riservazioni
Al numero 091 814 00 11
Organizzatori
Liceo cantonale di Bellinzona
Sito web
Scarica
Dati di contatto (non visibili)
Circolo del cinema Bellinzona

Condividi articolo via e-mail