Mare morto

al Teatro Sociale
10.01.2020
20:45

La nuova produzione di Officina Teatro parte dalla necessità del suo direttore artistico Mirko D’Urso di dare voce alla tragedia dei migranti che affrontano il mar Mediterraneo con la speranza di un futuro migliore. Questa è la storia di chi, nonostante non abbia nulla, ha la cosa più importante per sopravvivere: un’incrollabile fede nel futuro e nell’amore. Dice l’autore e regista Simone Gandolfo: «L’autunno del 2017 l’ho passato in mezzo al Mar Mediterraneo, su una Nave della Guardia Costiera Italiana; stavo realizzando una serie TV documentaria sui salvataggi dei migranti. Ho visto con i miei occhi e sentito con la mia carne ciò di cui veramente non si può fare a meno: l’amore. Paradossalmente i racconti di chi ha subito le peggiori sevizie nelle carceri libiche, sono racconti pieni di amore per la vita e di gratitudine e speranza verso il futuro. Per questo ho deciso di scrivere questa “favola” perché il senso delle favole è quello di ricordare alla parte più pura di noi cosa sia il Bene e cosa il Male».

di Simone Gandolfo
con Mirko D’Urso
regia Simone Gandolfo
assistente alla regia Ylenia Santo
produzione Officina Teatro, 2019
http://m-a-t.ch/it/officina_teatro

Condividi evento
Dove
Pubblico
Per tutti
Entrata
A pagamento
Prevendita
Ticketcorner

oppure
Ufficio turistico di Bellinzona
Palazzo Civico

Sito web
Dati di contatto (non visibili)
Teatro sociale

Condividi articolo via e-mail