Una Emilie Kempin-Spyri. Tutte Emilie

18.10.2019
20:45

con Lucia Donadio, Jasmin Mattei, Margherita Saltamacchia e Vanda Beffa
testo e regia Sara Flaadt

Il 19 ottobre 1969 il 63% degli uomini ticinesi votò a favore del diritto di voto alle donne in materia cantonale. A 50 anni da quella storica data, per rimarcarne l’importanza, nel teatro della capitale ticinese va in scena la storia di Emilie Kempin-Spyri: nipote di Johanna Spyri (l’autrice di “Heidi”), laureata a Zurigo nel 1887, fu la prima donna giurista in Svizzera, ma emigrò negli Stati Uniti perché non poteva praticare né insegnare il diritto nel proprio Paese. Lo spettacolo ripercorre il viaggio fisico, temporale ed emotivo fatto da Emilie, e da tutte le Emilie di ieri e di oggi. La storia di Emilie Kempin-Spyri porta a riflettere sul ruolo e sulle conquiste della donna nella società, in politica e sul lavoro, ma anche sulla sua fatica a legittimare nella sfera privata le proprie aspirazioni. Lo spettacolo, in forma di ultimo studio, restituisce infatti anche la dimensione emotiva di un percorso spesso difficile per trovare il proprio posto nella società: un aspetto che non può mancare nel dibattito sui diritti delle donne.

Condividi evento
Dove
Pubblico
Per tutti
Entrata
A pagamento
Prevendita
Sito web
Dati di contatto (non visibili)

Condividi articolo via e-mail