ARCHI E ALI

omaggio a Guido Strazza
13.05.2019 - 30.06.2019

Incisioni, libri d’artista, cartelle d’arte- conferenze, poesia, aprofondimenti, cinema
a cura di Loredana Müller

Da lunedì 29 aprile il centro culturale di Camorino nuovamente si prodiga per un omaggio. L’artista è GUIDO STRAZZA maestro indiscusso di molti incisori, lavora anche nella dimensione della pittura. Riconosciuto e premiato già come poeta da Marinetti nel lontano 1942, giovanissimo talento nella scrittura e nell’areopittura durante il periodo della Roma futurista, successivamente si allontana per esplorare il Cile, il Brasile e il Perù. Ora l’ingegnere, pilota, poeta e artista visivo, approda anche ad areapangeart con una particolare scelta, dai tratti insoliti, effettuata dalla curatrice: archi e insetti.

Ad areapangeart saranno esposte pagine che parlano di ARCHI e insetti. Le ALI di creature minuscole, ma portate a un rigore segnico e d’invenzione di rarà intensità come solo un Guido Strazza sa fare. Undici mirabili carte attorno ai minuscoli esserini e altre sette traincisione e disegni che abbracciano l’arco come fenomeno tra la terra ed il cielo, come simbolo dei confini tra i due mondi.

Il centro di Camorino, come per ogni esposizione, prevede incontri e serate a tema. In programma il 13 maggio un incontro con l’autore e lo stampatore, il direttore della casa editrice ” Il Bulino di Roma” Sergio Pandolfini e Guido Strazza, dove i segni visivi si uniranno ai segni verbali: la dimensione dell’arte genera le sue iperbole.
Il 20 maggio in acquapoetica Gilberto Isella presenterà l’autore e filosofo Sergej Roic’, non è un caso che letteratura e filosofia divengano moti e dimensioni necessarie e individuate.
Il 27 maggio sarà il critico d’arte Rosa Pierno che parleràe analizzerà la letteratura d’arte, vere e proprie lezioni sul segno e sulla dimensione del tracciare, poiché lo stesso Guido Strazza, parallelamente al segno visivo, ha tracciato sensi edirezioni nella scrittura.
Il 10 giugno è la volta del concerto solistico e dipercussioni del noto Luciano Zampar, che ci sorprenderà dando tramite il segno del suono interpretazione e vita alle opere esposte.
Per un ultimo appuntamento il 17 giugno con il cinema di Werner Weick, non a caso, ” Apocalisse 2 tramonto ad Oriente” così che un piccolo cerchio si chiude e si riapre all’infinito.

L’esposizione prevede un finissage domenica 30 giugno, saranno le notenuovamente a dialogare con la dimensione visiva.

Condividi evento
Dove
Pubblico
Per tutti
Entrata
Entrata libera
Orari di apertura
Tutti i giorni telefonando ai numeri
091 857 39 79 o 076 338 09 67
Organizzatori
Loredana Müller – areapangeart centro culturale Camorino
Sito web
Dati di contatto (non visibili)
Circolo del cinema Bellinzona

Condividi articolo via e-mail