Territori: osmosi tra arte e collezionismo

Dal ritratto al paesaggio, dall'oggetto al soggetto
12.05.2019 - 28.07.2019

Al MACT/CACT si apre una mostra policefala e leggibile a più livelli. Concepita come una riflessione attorno all’idea di territorialità indiscutibilmente legata – anche – alla produzione artistica e al collezionismo, essa si oppone, tuttavia, a ciò che sembra essere diventata, a tratti, quasi una piaga inevitabile, un piacevole male da sconfiggere: la globalizzazione.
Termine usato e abusato, quello di ‘globalizzazione’ è capace di innescare un vizioso, per quanto utile, dialogo tra le parti opposte, e di rimescolare, come all’interno di un magma in ebollizione, il concetto stesso di territorio, facendo sposare l’esigenza di visibilità internazionale con il rispetto per le proprie umili radici e il loro riconoscimento.
Se per tanti anni, l’attaccamento al territorio fu tema prioritario per determinate scelte culturali, da qualche decennio, complice il mercato (nello specifico di questo tema, un complice – diremmo – assolutamente “felice”), anche il panorama culturale locale si è trasformato in finestra sul mondo; a tratti goffo, talvolta interessante.

Maggiori informazioni sul sito: www.cacticino.net

Vernissage:
sabato 11 maggio 2019 alle ore 17.30

Orari di apertura:
venerdì, sabato e domenica     14:00 – 18:00

Condividi evento
Dove
Pubblico
Tutti
Entrata
Entrata fr. 5.-
Organizzatore
MACT/CACT
Museo e Centro d’Arte Contemporanea Ticino
Sito web
Dati di contatto (non visibili)
www.cacticino.net
MACT/CACT
info@cacticino.net

091 825 40 85 Mario Casanova

Condividi articolo via e-mail