Antropologia del razzismo

I fenomeni migratori visti con gli occhi di un antropologo culturale
22.03.2019
18:30

Come può la prospettiva antropologica dare un senso al lavoro culturale?
E ancora: ci sono delle caratteristiche antropologiche comuni a culture diverse che consentano di avviare un dialogo interculturale? Marco Aime, antropologo culturale a cui piace viaggiare, nei suoi saggi analizza i fenomeni del razzismo. Per lui la prospettiva antropologica opera da sempre sull’idea di cultura, la quale è da tempo considerata non più un dato bensì un processo. In questo modo le culture attingono spesso a concetti propri di altre società, per poi rielaborarli in modo autonomo.
Insomma, ogni cultura contiene già elementi di altre culture anche se sovente si tende a definirla unica, pura o originale. Di fatto siamo il prodotto di centinaia di migliaia di anni di scambi di idee e di geni.

Interverranno: Marco Aime, docente di antropologia culturale all’Università di Genova e Alberto Cotti, delegato comunale all’integrazione. Introdurrà la serata Stefano Vassere, direttore della Biblioteca cantonale di Bellinzona.

In apertura sarà presentato un documentario di Massimo De Lorenzi sul razzismo.

La conferenza è promossa dalla Città di Bellinzona nell’ambito della Settimana contro il razzismo, con il sostegno del Servizio integrazione degli stranieri (Dipartimento cantonale delle istituzioni) e della Segreteria di Stato della migrazione (Dipartimento
federale di giustizia e polizia).

Condividi evento
Dove
Pubblico
Per tutti
Entrata
Entrata libera
Organizzatore
Biblioteca cantonale di Bellinzona
Sito web
Scarica
Dati di contatto (non visibili)
Biblioteca cantonale

Condividi articolo via e-mail